ETHEREUM (ETH)

ETHEREUM (ETH)

Benvenuti nel primo appuntamento della nostra rubrica dedicata all’approfondimento delle monete alternative al Bitcoin, che nel gergo tecnico prendono il nome di “altcoin“.

Abbiamo ritenuto opportuno iniziare la nostra rubrica con l’analisi di Ethereumseconda a Bitcoin in termine di volume, criptovaluta con un validissimo progetto alle spalle e una blockchain che ha sotto alcuni aspetti potenzialità superiori persino al Bitcoin. 

Ma partiamo con ordine….

Per prima cosa è giusto puntualizzare che il vero nome della moneta è Ether(ETH), Ethereum è il nome della piattaforma, ma la comunità ha da sempre associato il nome della piattaforma a quello della moneta.

Ethereum nasce nel 2014 grazie al protocollo creato da Vitalik Buterin, programmatore russo di soli 20 anni e cofondatore di “Bitcoin Magazine“.

Per lo sviluppo del progetto Ethereum ha lanciato un’offerta pubblica di prevendita (ICO) durata 42 giorni e ha raccolto 31.591 BTC, che al cambio dell’epoca corrispondevano circa a 15.5 mln € (oggi 110 mln €).

Il prezzo di un singolo Ether dopo il lanciò era all’incirca 0.17€, ed in soli 3 mesi ha superato i 10€. 

Il vero boom di Ethereum è avvenuto agli inizi del 2017, quando la stessa moneta è stata utilizzata per finanziare numerose ICO (se non sai cos’è una ICO troverai l’articolo con la spiegazione in fondo alla mail). Da metà Marzo a Luglio 2017 il prezzo è passato da 25€ a 300€, e il picco massimo di 330€ si è raggiunto l’1 Settembre.

Attualmente il prezzo si aggira attorno ai 280€, e il volume totale di capitalizzazione è di circa 27 miliardi di euro

Dal punto di vista tecnico il tempo medio di creazione di un blocco della blockchain di Ethereum è di soli 10/15 secondi, ti ricordo che quello di Bitcoin è di circa 10 minuti.

La produzione di ETH è illimitata, a differenza di Bitcoin che ha un tetto massimo fissato a 21 milioni, ed attualmente sono 95 milioni gli
ETH in circolazione.

La vera innovazione di Ethereum, per la quale ci siamo sbilanciati nel dire che ha potenzialità superiori persino al Bitcoin, è quella di non essere solo una criptovaluta, ma anche una piattaforma peer-to-peer in grado di gestire lo scambio di contratti in modo intelligente (smart-contract). 

Perchè vengono definiti intelligenti? Perchè i contratti possono essere eseguiti e scambiati esattamente come sono stati programmati, senza alcuna possibilità di censura, frode, modifica, e soprattutto senza alcun intermediario né autorità che ne gestisce il controllo. Così come avviene per le transazioni, anche i contratti rimangono registrati per sempre nella blockchain. 

Nel caso in cui non l’avessi ancora fatto, ti consigliamo vivamente di andare a leggere la sezione del nostro sito in cui abbiamo citato parecchi settori in cui l’uso della blockchain, ed in particolare degli smart-contract, potrebbe cambiare il mondo per come oggi lo conosciamo (troverai  il link in fondo alla mail).

Queste caratteristiche hanno attirato l’attenzione di oltre 500 aziende tra cui: Microsoft, UBS, Santander, Ing, che hanno dato vita alla “Enterprice Ethereum Alliance” con l’intenzione di promuovere lo sviluppo di soluzioni tecnologiche basate su Ethereum.

E’ possibile acquistare e vendere ETH su tutte le piattaforme che abbiamo nominato nella sezione del sito dedicata alle piattaforme di trading (link in fondo).

Nella scelta del wallet, riteniamo essere MyEtherWallet il software wallet più affidabile, ed è scaricabile come estensione di Google Chrome; tutti gli hardware wallet supportano la moneta.

Questa analisi è stata inviata in anteprima agli utenti iscritti alla mailing list, ed in seguito caricata sul sito. Iscriviti anche tu alla nostra newsletter per ricevere in antepima le nostre analisi delle criptovalute e delle ico, TOP e FLOP della settimana, le news più importanti sul Bitcoin, e tante altre notizie che sul sito non troverai.

Condividi la pagina: